Brunetta consegna le pagelle: ecco la Lombardia da 10 e lode

Questa è la storia, anzi sono le storie e gli esempi di come si può amministrare bene la cosa pubblica. Altro che fannulloni, viene da dire, almeno da noi: la Lombardia, infatti, si classifica al secondo posto per numero di casi di buona amministrazione. A stabilirlo è il paladino della lotta al mal costume sul lavoro, il ministro all’Innovazione e Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, che ha lanciato il 5 settembre scorso l’iniziativa «Non solo fannulloni» «per riconoscere il merito e far emergere e disseminare i tanti esempi positivi di buon amministrazione che ci sono nel nostro Paese». Il 15 settembre, invece, è partito il concorso «premiamo i risultati» promosso dal Ministero per premiare i risultati e l’impegno a migliorare le proprie performance e a valorizzare questi esempi. Da settembre a dicembre sono state quindi raccolte e selezionate 800 storie di buona amministrazione (www.innovazionepa.it) cui si aggiungono 400 casi di autosegnalazioni. Ecco allora che la Lombardia, con 91 storie, si colloca al secondo posto della classifica nazionale e al terzo posto per percentuale di distribuzione.