Brunetta, lotta agli sprechi di Natale

La carta, l’inchiostro, le spese di spedizione e, soprattutto, il lavoro delle segretarie che, nei ministeri, sono dipendenti pubblici. Una spesa non da poco. Quindi per quest’anno i ministri sono invitati a non mandare cartoline postali, ma a fare gli auguri di Natale via e-mail. Parola del ministro anti-sprechi per eccellenza, Renato Brunetta (nella foto). Il titolare della Funzione pubblica, dopo aver inviato il mese scorso una circolare a tutti gli uffici pubblici magnificando l’«augurio digitale», ha rivolto ieri lo stesso invito ai colleghi ministri. «L’uso della e-mail consentirebbe di evitare una spesa notevole». Il ministro della Cultura ha già aderito all’appello.