Brunetta-Prestigiacomo, scontro sull’età delle donne

Botta e risposta Brunetta-Prestigiacomo ieri al Consiglio dei ministri quando il responsabile della Funzione pubblica, Brunetta appunto, ha ventilato la possibilità di innalzare l’età pensionabile per le donne attraverso «un’informativa in tema di età pensionabile per i dipendenti pubblici» con l’avvertenza di approfondire il tema in una prossima seduta. Immediata la replica della collega di governo, Stefania Prestigiacomo, titolare del dicastero dell’Ambiente, ma con un passato alla guida delle Pari opportunità. Rivolgendosi direttamente a Brunetta (nella foto), la Prestigiacomo (nella foto) avrebbe lamentato un approccio sbagliato alla questione. «C’è stato un errore di comunicazione - ha commentato - perché di fronte alla sentenza della Corte di giustizia europea avremmo dovuto far passare il senso di una decisione per noi estremamente sofferta e non dare invece l’idea di una sentenza che quasi aspettavamo».
Alla critica sembra che il ministro della Funzione pubblica non abbia replicato in alcun modo. Lo ha fatto successivamente, in margine a una riunione avvenuta dopo il Consiglio dei ministri, minimizzando l’episodio che lo ha visto protagonista con la Prestigiacomo. A chi gli chiedeva lumi sulla polemica ha commentato: «Tra noi non c’è stato alcuno scontro».