Brunetta vorrebbe «Mezz’ora» per sé dalla Annunziata

Il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta non ha molto gradito le ripetute visite di Guglielmo Epifani, segretario generale della Cgil alla trasmissione In 1/2 ora di Lucia Annunziata. O meglio, vorrebbe replicare: «Capisco che nei miei confronti c’è una damnatio personae, ma mi piacerebbe che la Annunziata intervistasse anche me, visto che continua a sentire Epifani sulle mie materie». Schermi Rai vietati ad un ministro? «Forse sono solo poco radical chic per il suo salotto», protesta. Frasi che il ministro ha pronunciato un paio di giorni fa. Prima dell’articolo comparso ieri sulla Stampa a firma Lucia Annunziata, tutto sommato positivo per il ministro. La giornalista ha accomunato Brunetta a Tommaso Padoa-Schioppa. Entrambi tecnici, poco graditi alla politica, l’ultimo condannato per le frasi sui «bamboccioni», l’altro per i famosi «fannulloni». La premessa per un invito?