Bruno Cagli e Gregoretti per «L’ultimo avventore»

In prima esecuzione assoluta e in forma semi-scenica, l’opera in un atto L’ultimo avventore, su testo di Bruno Cagli e musica di Lucio Gregoretti, andrà in scena il 17 maggio alle ore 18, presso l’Auditorium della Facoltà di Lettere di Tor Vergata. A interpretare l’opera, il tenore Luigi Petroni e il baritono Roberto Abbondanza. A seguire, il concerto coreografico per pianoforte e diciotto strumenti di Francis Poulenc, dal titolo Aubade, la cui esecuzione sarà affidata al pianista Antonello Maio e all’Orchestra Roma Sinfonietta, diretta da Francesco Lanzillotta. L’ultimo avventore indaga il comportamento banale e inadeguato dell’uomo di fronte alla morte. L’azione si svolge in una notte di tempesta all’interno di una trattoria di quart’ordine, l’avventore incarna, infatti, la morte, venuta a prendersi il cameriere.