Brutta giornata per l’hi tech

Cauto avvio di settimana per le Borse mondiali, con New York ingessata, in attesa del discorso di Ben Bernanke, sulla politica dei tassi negli Usa. Poche anche le indicazioni sui risultati societari, se si esclude la nuova inversione di General Motors (più 1,8%), in vista della conclusione di alcune trattative sindacali. Tra i titoli in positivo Michaels Stores guadagna il 12% in vista di una sua possibile cessione. In modesta crescita Google, mentre cede intorno al 5% il titolo Lucent e perdono terreno le blue chip tecnologiche come SunMicrosystem, Cisco e Intel. Le Borse europee sono rimaste coinvolte dagli effetti dell’offerta di Aviva per la concorrente Prudential, che l’ha respinta e ha guadagnato a Londra oltre l’11%%. La vicenda ha risvegliato l’interesse per gli assicurativi, con Legal & General, Friends Provident e Lloyd’s che sulla piazza britannica hanno guadagnano oltre il 3%. Migliori a Francoforte Adidas e Continental.