Brutti quei cori anti Milan

Che brutto sentire, da rigar la schiena a qualunque tifoso del Milan, quei coretti della curva del Tardini. Lo scambio di scortesie fra le curve ultras è all’ordine del giorno nel nostro calcio, ma ieri sera la gente di Parma, solitamente contenuta e civile, ha disprezzato i tifosi rossoneri con il più tagliente e, oggi più che mai, desolante dei paragoni. «Siete come la Juve», gridavano. E gli altri invano a rimandare la palla con il più scontato dei coretti: «Serie B, serie B». Risposta da gente senza parole. Ma questa atmosfera così ostile («Siete voi, la rovina dell’Italia siete voi», hanno insistito quelli di Parma) è il segnale che il Milan e i suoi tifosi devono prepararsi a un giro d’Italia da appestati, dove tutti urleranno: «Dagli all’untore». Nell’immaginario collettivo la Juve sta scontando la pena, il Milan ha rimediato con il minore dei danni. E il popolo ha emesso la sua condanna: «Siete come la Juve». Al diavolo la squadra simpatia e del bel calcio.