Brutto stop del Chiavari Pro Recco batte Nervi

Paolo Lonegro

Le sorprese la seconda di ritorno di fase due nel campionato di pallanuoto le regala. Ma sfiorano appena le liguri.
Cade infatti l'Atlantis Posillipo, dopo due anni di imbattibilità, alla Scandone per mano della Systema Brescia (9-7), perde anche l'Energia Catania per mano della matricola Baxi Plebiscito Padova (9-6) mentre la Bissolati Cremona affonda il Chiavari alla «Ravera» 12-6.
È stata proprio una brutta battuta d'arresto questa del Chiavari: la simpatica squadra di Rus capitala inequivocabilmente già nella prima frazione (2-4) non reagisce nella seconda (2-4) ed affonda nella terza (0-3). Solo nell'ultimo quarto, quando la Bissolati tira i remi in barca, riesce ad esprimersi sufficentetemente, ma ormai è troppo tardi. Da segnalare le quattro reti messe a segno dall' «aussie» chiavarese Figlioli, imitato dai lombardi Fresia e Powres.
Nel derby di Genova, fra Nervi e Pro Recco, ha decisamente la meglio la formazione biancoazzurra diretta da Pino Porzio: 13-8 ( 4-3, 2-2, 3-1, 4-2) e gara mai in discussione. Il recchese Sottani si è anche preso il lusso di sbagliare un tiro di rigore nella IV frazione. Fra le file del Nervi in bell'evidenza un altro «aussie»: Thomas Whalan ha segnato cinque reti, mentre sulla sponda recchese il magiaro Madaras è andato a segno quattro volte, imitato dall'inossidabile capitan Angelini.
Brillante vittoria della RN Camogli sulla Lazio: 13-7 (3-1, 2-2, 5-2, 3-2) e bianconeri che tornano alla vittoria dopo due turni negativi. Gara condotta alla grande dal Camogli sempre avanti di un paio di reti (nel terzo parziale si è visto anche un +5) anche se l'apporto del serbo Korolija lascia molto a desiderare. Bene invece l'idolo locale, Christian Presciutti, sempre più trascinatore della squadra. Da segnalere le triplette di Ragosa (per la serie la classe non è acqua) e Trebino. Fra gli ospiti in luce Brkic (3 gol) e la giovane promessa Bartolocci.
Netta vittoria dei campioni d'Italia della Filanda Carisa Savona a Salerno: 13-7 (1-1, 4-2, 4-3, 4-1) sulla matricola terribile che non demorde mai. Il «mostro» Sapic come sempre è andato a segno quattro volte, mentre sono due le reti a testa per Rath, Kasas e Jokic. La gara dopo un primo tempo tentennate dei biancorossi di Mistrangelo, ha cambiato volto nella seconda frazione, con un sprint irresistibile, che ha sancito la differenza di valori in vasca.
Infine la RN Bogliasco scivola a Siracusa con l'Ortigia 19-11 e non compie il miracolo di tenere testa alla compagine aretusea. Adesso, la pallanuoto torna mercoledì 30 con la terza giornata giornata della fase due.