A Bruxelles 5 anni fa un delitto in fotocopia

Il caso di Genevieve Lehermitte ricorda quanto accadde 5 anni fa, sempre in Belgio. La notte del 17 gennaio 2002, un uomo in preda a folle gelosia uccise, oltre al compagno dell’ex moglie, i suoi cinque figli, di età tra i 4 e i 18 anni, strangolandoli o a colpi di fucile. La strage ebbe luogo in un agglomerato popolare di Bruxelles, a Ganshoren. Ozan Selamet, 50 anni, cittadino turco di origine albanese, dopo la strage andò in un bar vicino, ordinò una birra, e chiese al barista di chiamare la polizia. Negli Usa è invece rimasto celebre il caso di Andrea Yates, la donna che il 20 luglio 2001
annegò metodicamente nella vasca da bagno della sua casa, a Houston, Texas, i figli Noah di sette anni, John di cinque, Paul di tre, Luke di due e Mary di sei mesi. La donna spiegò di aver ucciso i propri figli per salvarsi da Satana. Nel 2003 a sconvolgere l’opinione pubblica fu un massacro in Messico: una giovane spogliarellista, Dulce Maria García, di 24 anni, soffocò con un cuscino a uno a uno i suoi quattro figli, poi sistemò i regali che aveva comprato loro sotto l'albero di Natale e quindi si gettò sotto un treno.