Bruxelles aspetta Fazio Unipol alla Consob: nessuna Opa in vista

da Milano

È attesa per oggi la risposta del governatore della Banca d’Italia Antonio Fazio sulla richiesta di informazioni sollecitate dalla commissione Ue per la concorrenza e relative al vincolo del raggiungimento del 50% posto dall’offerta di Bbva su Bnl. Intanto ieri la Consob ha chiesto lumi a Unipol. La compagnia bolognese ha chiarito di essere ancora ferma al 9,99% dell’istituto romano e che l’investimento in Bnl mira a tutelare la joint venture assicurativa Bnl Vita, precisando inoltre che nessun dossier su una possibile contro-Opa è stato esaminato e nessun cda è stato convocato sul tema. Spiegazioni, queste, che non sono bastate a Moody’s. Dopo Standard & Poor’s, infatti, anche l’agenzia americana ha messo sotto osservazione per un possibile downgrade, il rating di Unipol proprio nella prospettiva di una contro-Opa alternativa all’offerta del Bbva. Il mercato infatti continua a non escludere questa possibilità. La società guidata da Giovanni Consorte potrebbe infatti sempre fare l’operazione come dimostra l’andamento dei titoli coinvolti nella partita: Bnl ha archiviato la seduta in progresso dello 0,32%, mentre Unipol ha ceduto l'1,22%. Ha sofferto anche il Bbva, che chiude in calo dello 0,47% sulla scia dell’ipotesi che sia costretto a rivedere al rialzo la propria offerta per convincere gli azionisti.