Bt e i fondi fanno correre Tiscali a Piazza Affari

da Milano

Tiscali corre a Piazza Affari, sulle voci che riguardano cessioni di asset e un interessamento da parte di potenziali compratori. Si citano Investitori Associati, BC Partners, Permira, Apax e CVC Capital Partners, ovvero gli stessi fondi che, recentemente, erano considerati in pole position per l’acquisizione di Fastweb. Gli interessati smentiscono, ma una fonte vicina alla vicenda ricorda che nel 2005 Permira e Apax hanno acquisito la società tlc danese TDC, insieme a Blackstone Group, Kohlberg Kravis Roberts e Providence Equity Partners. I due fondi, insomma, hanno una competenza specifica nelle tlc. La società guidata da Tommaso Pompei, inoltre, sottolinea la fonte, ha le dimensioni giuste per essere un target appetibile per il private equity.
Oltre a queste indiscrezioni le quotazioni di Tiscali sono sostenute anche dal rilancio della voce su un’offerta di British Telecom per la divisione Uk. La società fondata da Renato Soru, che resta ancora il principale azionista, ha però ribadito che «non c’è alcuna intenzione di cedere Tiscali UK, che è un asset molto importante».
Il valore attribuito all’asset è di circa 700 milioni di euro, una cifra che secondo quanto riportato dalla stampa potrebbe servire a Tiscali «per comprare aziende italiane». Tra cui ci sarebbe anche Fastweb. Ieri Tiscali è salita in Borsa del 2,07%.