BTO 2009, il futuro del turismo

Grande successo di pubblico e di critica per l'evento formativo e informativo che si è svolto alla stazione Leopolda di Firenze e che si candida a diventare punto di riferimento europeo per l'innovazione nel turismo

Oltre 2.800 partecipanti, 31 eventi di formazione, 50 relatori. Sono i numeri della seconda edizione di Buy Tourism Online, l'evento formativo e informativo dedicato all'innovazione nel turismo, che si è tenuto il 16 e il 17 novembre alla stazione Leopolda di Firenze.

Un successo ottenuto anche grazie a un'intensa campagna di internet marketing. Non solo. Le due giornate BTO 2009 sono state seguite in diretta attraverso twitter e su LiveStream, la piattaforma di webtv.

Sul palco gli interventi di Morris Sim di Brand Karma con la sua nuova visione della monitorizzazione dei social media, di Marco Montemagno di Io Reporter e di Paolo Iabichino di Ogilvy, che hanno accompagnato il pubblico attraverso i possibili scenari futuri.

E ancora. La ricerca di EyeforTravel sull'evoluzione del turismo online in Europa e in Italia, confermandoci che siamo i più 'spendaccioni' (o vogliamo dire 'buoni clienti'?) d'Europa e maniaci di telefonini (per cui gli sviluppi del turismo sulle piattaforme 'mobile' andranno da ora in poi attentamente osservati).

BTO è stato anche teatro dello storico confronto tra Google, Yahoo e Bing Travel, i tre colossi mondiali dell'internet search a confronto sulle strategie vincenti per comprendere e interpretare sempre meglio le ricerche dei navigatori.

La manifestazione ha poi assegnato, alla presenza dell'assessore al Turismo della regione Toscana, del presidente della Camera di commercio e del sindaco di Firenze, il BTO Award 2009. Il premio è andato a Bing Travel, per la tecnologia Price Predictor, che consente di individuare l'andamento più probabile delle tariffe di aerei e hotel, in base alla disponibilità e alla domanda, e di consigliare se è meglio comprare subito o attendere qualche giorno per spuntare un miglior prezzo.

"Siamo molto felici del risultato di questa seconda edizione - ha commentato Giancarlo Carniani, il coordinatore di BTO - e, anche grazie ai feedback che stiamo ricevendo dai partecipanti, abbiamo già delle idee per la prossima edizione, che avrà un taglio ancora più internazionale di questa e si pone l'obiettivo di diventare il punto di riferimento a livello europeo per il futuro del turismo online".