Btp trentennali in recupero

Il tentativo di riportare in attivo anche ieri le quotazioni dei titoli di Stato europei si è infranto a metà giornata dalla conferma circa i nuovi prelievi di liquidità annunciati dalle future aste. Mentre il Tesoro ha confermato l’asta di Btp a 5 e 30 anni per l’11 gennaio, la Francia ha collocato ieri 6 miliardi di Oat, aprile 2017, cedola al 3,75%. Circa l’andamento dei prezzi sul mercato secondario, limate tutte le emissioni dei Btp entro i 10 anni, il trentennale agosto 2037 è in recupero di 24 tick, a 93,70.