Buccinasco «Secessione? Ronchetto si può unire a noi»

«I cittadini di Ronchetto sul Naviglio vogliono proclamare l’indipendenza? Io propongo che si uniscano alla nostra città». Offre ospitalità al quartiere «secessionista» il sindaco di Buccinasco, Loris Cereda. E lo fa con un obiettivo ben preciso: «I loro problemi sono anche i nostri. Se Ronchetto diventasse parte del mio Comune li potrei risolvere più facilmente. Facendo un favore a loro e a noi stessi». Sono anni, infatti, che il primo cittadino del paese a Sud di Milano si batte affinché i lavori per la realizzazione della bretella Merula-Chiodi partano in fretta. E perché la linea 47 dell’Atm sia prolungata fino a Buccinasco. «Quella strada, per la quale progetto e fondi sono già stati approvati tre anni fa, è molto importante anche per noi - spiega -. Con la costruzione del cavalcavia Giordani, adesso chi arriva da Milano è costretto ad attraversare le nostre strade. Che sono perennemente intasate. La bretella permetterebbe di snellire il traffico. Inoltre, prolungare il tragitto del bus 47 permetterebbe ai miei cittadini di raggiungere più facilmente il centro di Milano. Cosa che con l’istituzione dell’Ecopass è diventata fondamentale». Proprio queste sono alcune delle richieste - finora mai ascoltate - avanzate anche dai residenti di Ronchetto sul Naviglio. Che adesso, di fronte alla disattenzione delle istituzioni, chiedono - attraverso gli esponenti locali della Lega Nord - di staccarsi da Milano per dar vita a un Comune indipendente. In modo da ottenere strada e mezzi pubblici. Ma anche semafori a chiamata, strisce pedonali ben segnalate e maggiore sicurezza in prossimità del campo rom abusivo di via Crivelli. «La procedura per ottenere l’indipendenza è molto complicata - afferma Cereda -. Bisognerebbe indire un referendum popolare in tutta Milano, per ascoltare la volontà dei cittadini. La stessa cosa succederebbe in caso di annessione al nostro territorio. Ma noi andiamo avanti lo stesso. Cercheremo innanzi tutto di capire cosa ne pensano i residenti di Ronchetto. Poi, se la risposta sarà positiva, metteremo in atto le procedure richieste dalla legge». Se il progetto di annessione andasse a buon fine, rappresenterebbe un caso assolutamente unico. «Sarebbe una rivoluzione copernicana», conclude il sindaco.