Bufera SocGen Bouton in tribunale per riciclaggio

Oggi a Parigi processo su alcune vecchie operazioni con Israele Le possibili ricadute sul vertice

da Milano

Yahoo! prende tempo davanti all’offerta da 45 miliardi di dollari messa sul piatto da Microsoft. La carta dell’attesa è stata giocata ieri dal gruppo Internet che, correggendo la propria rotta, ha detto di valutare tutte le alternative «scelte strategiche», compresa la difesa della propria indipendenza. «Un processo di revisione come questo è fluido e può richiedere un bel po’ di tempo», scrive Yahoo! in un comunicato diffuso sul proprio sito web. Quanto al concretizzarsi di possibili offerte concorrenti a quella di Microsoft, Yahoo! ha detto che valuterà tutte le opzioni. Secondo alcune indiscrezioni la società sarebbe alla ricerca di un cavaliere bianco e avrebbe già sondato alcuni possibili pretendenti come At&t, New Corp e Time Warner. Alcuni analisti hanno poi visto possibili sinergie con Comcast, Viacom e General Electric.
L’offerta di Microsoft sul gigante della Silicon Valley potrebbe portare alla creazione di un soggetto in grado di insidiare la leadership di Google nel settore della ricerca sul web e della pubblicità digitale. Microsoft ha detto di aver corteggiato Yahoo! negli ultimi 18 mesi, ricevendo un rifiuto e di aver deciso di rendere pubblica la propria offerta agli azionisti della preda.