Bulgari in ribasso

La settimana di fine luglio si è chiusa a Piazza Affari con una riunione in cui il mercato è sembrato tirare i remi in barca. Ne hanno sofferto anche gli indici di mercato, con Mibtel e Mib30 che subiscono una erosione dello 0,2%, mentre si impennato l’indice AllStar (più 0,86%). A sua volta l’indice Mediobanca si è rafforzato dello 0,15%. Il tutto supportato da un volume di scambi che si è mantenuto sulle medie degli ultimi giorni, con 3,3 miliardi di controvalore. Accantonate sempre più le azioni del risiko bancario, con la sola Banca popolare italiana in recupero dell’1,3%, l’interesse degli operatori si è spostato sul titolo Cdb Web Tech, che ha realizzato una performance del 33,59%, in vista della sua trasformazione in società di investimento in realtà industriali in difficoltà; più irregolare l’andamento di alcuni partners, con Sopaf che cede il 6,5%, mentre Banca Intermobiliare trae vantaggio per il 2,2%. Diffusa irregolarità negli altri settori, con erosioni prevalenti per i titoli del lusso, quali Bulgari, Luxottica e Tod’s, mentre l’effetto più pesante si è riscontrato in Fiat (meno 2,5%). Realizzi anche su Brembo (meno 5,1%) e Perlier (meno 3,7%), mentre cresce Mariella Burani (più 2,3%).