Bulgari: si aprono a Roma i festeggiamenti per i 125 anni del marchio

Inaugurazione della mostra retrospettiva al Palazzo delle Esposizioni, cena a Castel Sant'Angelo con star internazionali e, a dicembre, asta di beneficenza a New York per «Save the children»

Roma, anno 1884: Sotirio Bulgari apre il primo negozio in Via Sistina. Roma, anno 2008: a Palazzo delle Esposizioni viene inaugurata la mostra «Tra Eternità e Storia», che celebra i 125 anni del celebre marchio di gioielli italiani.
Un anniversario che Bulgari ha deciso di festeggiare alla grande, malgrado la crisi economica, tra lusso, beneficienza e mondanità.
Si comincia con il taglio del nastro della prima retrospettiva della maison, composta da più di 500 delle sue creazioni (molte delle quali sono legate ad un grande personaggio, soprattutto del cinema e ad un momento storico), che rimarrà aperta al pubblico fino al 13 settembre.
Francesco Trapani, amministratore delegato del gruppo, fa gli onori di casa al cocktail di inaugurazione con Paolo e Nicola Bulgari, rispettivamente presidente e vicepresidente dell'azienda di gioielleria. Si attende il sindaco di Roma, Gianni Alemanno e tanti esponenti del mondo della cultura, dello spettacolo, della politica e dell'imprenditoria capitolina.
In serata ecco la cena da millee una notte sulle terrazze di castel sant'Angelo, dedicate alle tante star italiane e internazionali arrivate in città per festeggiare, con la famiglia Bulgari, lo storico traguardo dei 125 anni di attività. Tra gli altri vip attesi: Jessica Alba, Chloe Sevigny, Alain Delon, Patricia Field, Jason Lewis, Enrique Iglesias, Selma Blair, Samantha Morton, Valeria Golino, Riccardo Scamarcio, Vittoria Puccini, Cristiana Capotondi, Gabriele Muccino, Ferzan Ozpetek, Claudio Baglioni, Luca Argentero, Stefano Accorsi, Valentina Cervi, Francesca Neri, Giorgio Pasotti, Nicoletta Romanoff.
I festeggiamenti finiranno a dicembre, con un'asta da Christie's a New York il cui ricavato andrà a Save the children. Bulgari metterà all'incanto una collezione composta da 11 creazioni uniche di alta gioielleria e 7 pezzi di alta orologeria in edizione limitata. Tutto per un valore stimato di circa 3 milioni di euro e il ricavato sarà devoluto a Riscriviamo il Futuro, campagna internazionale di Save the Children, per l'istruzione di 8 milioni di bambini dei paesi in guerra.
Ma vediamo meglio come si articola questa mostra senza precedenti. Si tratta di gioielli,orologi e altri oggetti preziosi appartenenti alla «Collezione Vintage», un patrimonio storico di eccezionale pregio custodito negli archivi della maison, o provenienti da collezioni private e mai esposte al pubblico prima d'ora.
In mostra anche una ricca raccolta di documenti inediti come bozzetti e disegni di diverse epoche storiche, immagini fotografiche di artisti famosi, grandi aristocratici, clienti più celebri.
Un'intera sezione è dedicata agli anni della Dolce Vita, con ritratti e testimonianze dei divi dell'epoca, le più note star del momento: materiale che illustra gli stretti rapporti tra Bulgari e l'industria cinematografica, iniziati negli anni '40 e divenuti nel tempo sempre più forti.
Per la prima volta vengono esposti gli spettacolari gioielli indossati da alcune delle più celebri star del cinema di quegli anni, come Anna Magnani e Gina Lollobrigida.
Un'intera sala è riservata alla favolosa collezione di Elisabeth Taylor, un'occasione unica per ammirare alcune delle più straordinarie creazioni Bulgari. Sedici pezzi unici di eccezionale valore, ciascuno con una storia da raccontare. Tra questi, la spilla in diamanti e smeraldo centrale di più di 18 carati che fu donata alla Taylor da Richard Burton in occasione del loro fidanzamento nel 1962. Fu l'unico gioiello che l'attrice volle indossare per il suo primo matrimonio con Burton, il 15 marzo del 1964.
Sono in tutto otto sale e si segue un itinerario che inizia con una collezione di manufatti in argento della fine del XIX secolo realizzati da Sotirio Bulgari, abile e intraprendente argentiere greco, trasferitosi a Roma in cerca di fortuna. questi pezzi sonogli unici esempi ancora esistenti della produzione Bulgari dei primissimi anni di attività.
Segue una sezione dedicata alle creazioni degli anni '20 e '30, una serie di preziosi gioielli con diamanti di ispirazione Art Decò che testimoniano il grande successo ormai raggiunto da Bulgari nell'alta gioielleria sotto la guida di Giorgio e Costantino Bulgari, i due figli di Sotirio.
La sala successiva è invece riservata alle creazioni degli anni '40 e '50, un periodo in cui lo stile Bulgari era ancora chiaramente sotto l'influenza della scuola francese.
Si arriva alla sezione dedicata agli anni '60, molto importanti per il successo di Bulgari: proprio in questo periodo si affermano quei tratti distintivi che d'ora in avanti caratterizzeranno in modo inconfondibile lo stile della maison.
Le tre sale successive ospitano le creazioni degli anni '70, fortemente ispirate alla
Pop Art, degli anni '80, connotati da un design audace e innovativo e degli anni '90.
L'ultima parte della mostra, ospitata nella galleria centrale di Palazzo delle Esposizioni, riunisce alcune delle più preziose creazioni del nuovo millennio, testimonianza del consolidato successo dell'azienda, giunta ormai alla quarta generazione. Tra i pezzi più spettacolari, un sontuoso collier in diamanti del valore di oltre 20 milioni di euro.
Le sezioni speciali sono dedicate a tematiche particolarmente significative nell'evoluzione dello stile del brand: ad esempio le cosiddette «gemme nummarie», gioielli che montano monete antiche al posto delle pietre; il motivo del serpente, un classico della gioielleria che Bulgari ha magistralmente reinterpretato: il logo Bvlgari.
Quanto all'asta di Christie's, la collezione creata appositamente da Bulgari andrà in tour a giugno a Shanghai, Londra, Los Angeles, Miami e New York, dove avverrà l'evento finale.
L'obiettivo è di raccogliere 10 milioni di euro, di cui 1 mln è stato già donato all'organizzazione.La cifra rimanente sarà raccolta nel corso dell'anno con l'asta benefica e con la vendita degli anelli in argento che Bulgari ha creato per l'iniziativa, in vendita dal 5 febbraio al 31 dicembre nei negozi Bulgari. Il fotografo Fabrizio Ferri, tra i sostenitori del progetto, ha ritratto numerose celebrities che hanno finora deciso di aderire all'iniziativa, tra le quali: Julianne Moore, Sting, Isabella Rossellini, Laetitia Casta, Giuseppe Tornatore, Fiorello, Gabriele Muccino, Andy Garcia.