Bullismo, 14enne picchiato a sangue

E' successo a Ercolano dove armati di coltello, bastone e catena
tre ragazzi hanno aggredito un coetaneo. Il motivo: era era
"passato" nella "loro" strada e aveva alzato lo sguardo
dando una occhiata di troppo

Ercolano - Armati di coltello, bastone e catena hanno aggredito un 14enne, picchiandolo a sangue, solo perché era "passato" nella "loro" strada e, forse, aveva alzato lo sguardo dando una occhiata di troppo. È successo ad Ercolano dove un ragazzo di 14 anni è finito in ospedale a Torre del Greco per "motivi di territorio".

Il pestaggio a sangue I tre responsabili sono stati denunciati per lesioni personali, rissa e minacce. Alle 21.30 circa del 10 aprile scorso il ragazzino è stato ricoverato per una ferita lacero contusa alla testa provocata da corpo contundente e per una ferita da punta e taglio al fianco sinistro giudicate guaribili in 10 giorni. Al momento del ricovero il 14enne raccontò di essere stato aggredito da alcuni giovani mentre percorreva via Semola. L`aggressione avrebbe potuto avere conseguenze tragiche, perchè una coltellata sferrata al petto ha fortunatamente colpito il telefonino del giovane, il che l’ha salvato.

Le indagini dei carabinieri Le indagini dei carabinieri della tenenza di Ercolano hanno condotto alla denuncia in stato di libertà di tre 18enni, ritenuti responsabili in concorso di lesioni personali, rissa e minacce. Nel corso delle investigazioni è emerso che l`aggressione al 14enne, perpetrata dai tre ragazzi armati di coltello, bastone e catena, era nata ed era stata portata a termine per futili motivi di territorialità: il gruppo degli aggressori è di una zona di Ercolano, mentre l`aggredito è di un’altra zona. Solo per questo, forse anche per qualche "occhiata di troppo" i tre avevano organizzato la spedizione punitiva circondando il minore, facendolo oggetto di insulti e minacce ed aggredendolo barbaramente. La procura di Napoli ha già rinviato a giudizio i tre 18enni.