Bullismo, estorcono 4mila euro a tredicenne

Bari, un ragazzino di tredici anni è stato costretto a consegnare ai suoi giovani "aguzzini" quattromila euro in pochi mesi. Due dei "bulli" sono stati arrestati in flagranza di reato

Bari - Bullismo da record. Da aprile hanno costretto un ragazzino di 13 anni a consegnare complessivamente quattromila euro per non avere "problemi", ma ieri i carabinieri hanno arrestato gli aguzzini, due 18enni ed un 16enne di Giovinazzo in provincia di Bari. Dagli accertamenti dei militari è emerso che i tre, in particolare il più piccolo che approfittava della propria prestanza fisica e della sua notorietà tra i giovanissimi del paese, hanno preteso dal malcapitato prima piccole somme di denaro, per poi raggiungere, in alcune circostanze e in unica soluzione, anche 1500 euro.

Rubava i soldi dai risparmi dei genitori
Nonostante le cifre esorbitanti richieste, il ragazzino è riuscito comunque a soddisfare le loro pretese, in quanto attingeva i soldi dai risparmi dei genitori, sino a quando la madre ha rinvenuto nei suoi pantaloni una somma cospicua di denaro e così lui ha raccontato tutto.

Arrestati in flagrante
La donna si è rivolta così ai Carabinieri, che hanno atteso la nuova richiesta di denaro, avvenuta proprio ieri sera. Il ragazzino si è presentato con i 300 euro richiesti nel luogo prestabilito, e proprio qui è scattata l’operazione dei carabinieri, che, usciti allo scoperto, hanno bloccato i tre in flagranza. Tratti in arresto, i due 18enni sono stati rinchiusi nel carcere del capoluogo barese, mentre il minorenne è stato associato nel centro di prima accoglienza "Fornelli".