Bunga bunga basta

Nel gossip sessuale contro il Cavaliere entra anche il «bunga bunga». Ovvero una barzelletta diventata una cosa seria, grazie agli articoli di Repubblica che hanno raccontato di un fantomatico festino a casa del Cavaliere, presente una minorenne marocchina. Si chiama Karima in arte Ruby, è una ragazza già nota alle forze dell’ordine per una denuncia di furto. Lei dice: «Il pm Forno mi usato contro il premier». E Berlusconi commenta: «Spazzatura, un casino sul nulla».