Buoni risultati ma rinvia decisioni sul dividendo

L’utility spagnola Endesa, controllata al 67% dall’Enel, annuncia un’impennata del 243% dell’utile netto, sulla scia della vendita degli asset ad E.On e fa sapere di non aver preso ancora nessuna decisione sul pagamento di un dividendo straordinario. Nei primi 9 mesi i profitti sono saliti a 6,8 miliardi di euro, oltre i 6,499 miliardi attesi dagli analisti. Il fatturato è aumentato del 31,5% a 17,46 miliardi di euro, per l’aumento dei prezzi dell’elettricità all’ingrosso venduta in Spagna e in America Latina. L’ebitda (utili prima degli interessi, delle tasse, delle svalutazioni e degli ammortamenti) è avanzato del 14% a 5,436 miliardi di euro, sopra gli attesi 5,177 miliardi di euro. L’indebitamento netto cala al 30 settembre a 13,4 miliardi di euro dai 20,8 miliardi precedenti.