Buridda oggi in corteo con pennelli e vernici

Un corteo per le strade del centro cittadino da via Bertani fino a Sampierdarena per «ridipingere i muri». Lo annuncia il centro sociale Buridda di Genova, che dopo aver denunciato di aver ricevuto minacce da parte di neofascisti, ha organizzato per oggi una manifestazione in grande stile. E se prima i giovani del Buridda avevano in programma di «spennellare» i muri vicino alla ex sede della facoltà di Economia, da tempo occupata abusivamente dal loro Laboratorio, adesso fanno sapere che hanno intenzione di ridipingere tutti i muri della città che siano imbrattati da scritte fasciste o da svastiche. Non sappiamo quali colori abbiano intenzione di utilizzare (presumiamo non abbiano preso accordi con gli amministratori di condominio), né quali simboli «pacifisti» fioriranno sopra le svastiche.