Burlando bacchetta Prodi: «Via i ticket o pagate voi»

La Finanziaria 2007 ha introdotto un balzello di 10 euro per ogni richiesta di prestazione specialistica

(...) , esclusi gli esenti: adesso, pur restando inalterato il tetto di 36,15 euro, viene introdotta la quota fissa di 10 euro. «Il ticket va eliminato», scrive il presidente della giunta regionale a Romano Prodi chiedendo di non gravare ulteriormente sui cittadini liguri e, invece, di impegnarsi come governo a copertura delle entrate previste. La lettera è stata indirizzata anche ai ministri della Salute e dell'Economia, Livia Turco e Tommaso Padoa Schioppa.
«L’introduzione dei ticket sulle ricette, previsti dalla Finanziaria 2007 - dice Burlando nella lettera - ha causato un aggravio di costi per tutti i cittadini e creato distorsioni e iniquità nell'accesso al servizio sanitario». Ma quel che è più grave, secondo il presidente della Regione Liguria «è l'introduzione di elementi di sfiducia nel sistema e la percezione da parte dei cittadini di una minor attenzione al welfare che ha da sempre invece contraddistinto gli orientamenti del centrosinistra». Il Governo non può non considerare, secondo Burlando «l'impegno che questa Giunta regionale, insediatasi nel 2005, ha destinato alla razionalizzazione e all'ottimizzazione dell'uso delle risorse, nel rispetto dei patti concordati».
«Le manovre infatti adottate dalla giunta regionale hanno già portato -conclude il presidente della Regione - ad un risparmio di circa 50 milioni di euro nel solo secondo trimestre 2006 e ad ulteriori riduzioni della spesa nel triennio successivo, quindi la Regione non è in grado di accollarsi una ulteriore imposta per compensare il ticket». Che arrivi dal governo Prodi o dalla Regione la batosta è forte per tutti i cittadini, soprattutto in una terra di anziani come è la Liguria. Come finirà la querelle? La parola adesso passa a Roma.