«Burlando mortifica Genova con la sua faziosità»

Dopo la frase del presidente della Regione Claudio Burlando sul caso Genoa («I giudici sono dei deficienti») ieri si è inevitabilmente scatenata una vera e propria battaglia politica. In campo è sceso l’onorevole di Alleanza Nazionale Giorgio Bornacin: «Tifoseria a parte, il caso Genoa ha dell' incredibile. Genova non merita di essere trattata in questa maniera. Dalla giustizia sportiva alla faziosità politica del presidente della Regione Burlando, e compagni, stanno mortificando la città e i tifosi con interventi demagogici».
«Burlando - prosegue Bornacin - avrebbe fatto più bella figura ad esporsi fin dall'inizio a difesa della squadra piuttosto che scandalizzarsi dei “bigliettini“, ora che sono stati espressi due gradi di giudizio. È vero, la vicenda delle ingiurie a Preziosi è a dir poco disdicevole e deve essere chiarita al più presto e puniti nella giusta misura i responsabili, ma leggere certe dichiarazioni sui giornali da parte di un personaggio come Burlando mi fa pensare che l' unico interesse che ha verso la squadra è quello che coltiva assieme a qualche “compagno di merende“ che spera di potersi sostituire all' attuale presidente». La frase di Burlando non cadrà certamente nel vuoto neanche nei prosismi giorni: «Non è tollerabile che un presidente di Regione dia del deficiente ad un giudice con tanta leggerezza. Mi chiedo cosa sarebbe successo se queste esternazioni le avessi fatte io o qualche altro esponente del centrodestra!».