Burlando resta, la politica va contromano

Resta tutto così. In sintesi: Claudio Burlando resta alla guida della Regione, la maggioranza di centrosinistra resta in sella dopo aver fatto muro per respingere la mozione di sfiducia dell'opposizione, la quale a sua volta resta soddisfatta della bufera mediatica e politica scatenata contro l’antagonista al potere, mentre il cittadino comune - buon ultimo, come sempre - resta basìto per lo spettacolo messo in scena da un paio di settimane a questa parte e culminato ieri, nel salone di Palazzo Spinola, con la seduta del consiglio regionale. Pare, dunque, che non sia cambiato niente. Ma può anche darsi, chissà, (...)