Burocrazia Per le imprese costi meno salati di 2 miliardi

Le misure anti-crisi si tradurranno anche in un risparmio di circa 2 miliardi di euro l’anno sui costi della burocrazia. Il primo risparmio, valutabile in 750 milioni l’anno, sarà reso possibile con il passaggio dall’originale cartaceo dei documenti, la cui conservazioni è stata finora obbligatoria per aziende e studi professionali, al supporto digitale. Quindi, meno oneri notarili. Un’altra novità destinata a ridurre i costi di circa un miliardo riguarda la possibilità di utilizzare la posta elettronica certificata per tutte le comunicazioni con la Pubblica amministrazione, a cominciare dall’iscrizione al Registro delle imprese.