Bus assaltati dai tifosi Sul tram come in curva

Gaia Cesare

Sono saliti in cima agli autobus per sventolare il tricolore, ma hanno paralizzato praticamente la città in ogni angolo. I tifosi milanesi non hanno badato ad alcuna conseguenza e hanno preso d’assalto i mezzi pubblici da Porta Ticinese fino a Piazzale Loreto, da sud a nord. I caroselli delle automobili hanno bloccato un autobus della linea 94 in via De Amicis, all’angolo con corso di Porta Ticinese. Letteralmente presi in ostaggio i passeggeri che tentavano di raggiungere le proprie abitazioni mentre la festa esplodeva per le strade. Battiti di mani, gambe a penzoloni sui parabrezza delle auto, biciclette a ruote ferme mentre la marea umana si riversava per le strade. Un mix esplosivo e anche pericoloso, ma praticamente irrefrenabile. Circolare a Milano ieri notte, anche per tutti coloro che intendevano muoversi per ragioni diverse da quelle della grande festa, è stato praticamente impossibile. Stracolme di gente le banchine in attesa dei tram. Tra le auto in fila una ha persino caricato sul tettuccio una bara di cartone, ironica, ma di cattivo gusto per i tifosi francesi rimasti a mani vuote, con la scritta «Berlino, 09/07/06, la Francia riposa in pace». Festa, ma anche un po’ di paura per chi tentava di raggiungere le proprie abitazioni dopo questa serata mozzafiato. Mezzi pubblici in tilt anche a causa delle strade sommerse da bottiglie e oggetti abbandonati dai tifosi. E il tripudio di folla darà certamente un gran daffare oggi agli operatori che dovranno ripulire la città.