Bus, cannabis nel sangue: arrestato l'autista. Morto un altro bambino

Esami in ospedale per il conducente del pullman: positivo. E' in stato di fermo accusato di omicidio colposo, lesioni colpose plurime con l'aggravante degli stupefacenti. E' morto un secondo bimbo. <a href="/media.pic1?ID=150" target="_blank"><strong>Guarda le immagini</strong></a>

Vercelli - Omicidio colposo e lesioni colpose plurime con l'aggravante di avere assunto sostanze stupefacenti. Queste le accuse mosse a Michele Tizzani, l'autista del pullman carico di alunni della scuola di Stroppiana che ieri si è rovesciato. Il verbale di arresto l'ha redatto la procura di Casale, dove l'uomo è ricoverato in ospedale. L'inchiesta è però condotta dalla procura di Vercelli, competente perché l'incidente è avvenuto a Salasco. Prima che scattasse l'arresto, la polizia stradale aveva raccolto delle dichiarazioni spontanee dell'autista nelle quali l'uomo attribuiva l'incidente a un colpo di sonno. Ma avrebbe poi confidato, in via informale, di avere fumato uno spinello la sera prima del viaggio con i bimbi. Tracce di cannabis sono in effetti state trovate col narcotest cui è stato sottoposto dalla polstrada. I feriti nell'incidente sono 30. Un bimbo è morto: Michael Vigna, 6 anni. Anche un altro, Francesco Barbonaglia, 7 anni, dopo essere stato ricoverato in ospedale in gravissime condizioni, non ce l'ha fatta.

Bimbo in coma profondo E' morto Francesco Barbonaglia, il bambino di 7 anni ricoverato nel reparto rianimazione dell'Ospedale Regina Margherita di Torino. In mattinata è stato sottoposto a un nuovo encefalogramma per verificare la consistenza dell’attività cerebrale, che già ieri sera era ridotta al minimo. I genitori hanno deciso di donare gli organi. In gravi condizioni è anche il fratello maggiore, Lorenzo, 9 anni, ricoverato in rianimazione ad Alessandria e operato durante la notte per rimuovere un ematoma cerebrale. In rianimazione a Vercelli, inoltre, si trova una della maestre che accompagnavano le classi in gita scolastica. Le sue condizioni, che inizialmente non sembravano preoccupanti, sono peggiorate durante la notte. Stazionarie, infine, le condizioni della bambina ricoverata a Novara a causa della rottura di un femore. Chiusa oggi la scuola elementare, tutto il paese di Stroppiana, 1.250 abitanti è sotto choc. Il sindaco Vittorino Piazza che al momento del tragico incidente si trovava in giunta, ha annunciato il lutto cittadino.