Bus a due piani per vedere il meglio di Milano

Niente paura: ora il bus non lo perderete più. Perché vi aspetta anche mentre vi attardate in posa per una fotografia o mentre finite lo shopping. Strizza l'occhio ai navigati double deckers che fendono il traffico londinese con grande aplomb, eppure city sightseeing, curato da Atm e da Zani Viaggi, è tutto meneghino ed è un modo efficace di fare i turisti, anche a casa propria, evitando di consumare energie e suole di scarpa. Il sistema di pullman turistici in Lombardia è attivo a Milano (al 76 di Foro Bonaparte, telefono 02.867131, milano.city-sightseeing.it, 20 euro ma 10 il biglietto ridotto), Bergamo (in via Magni 2/A, telefono 035.678611, bergamo.city-sightseeing.it, 13 euro e 6 ridotto) e sulla sponda bresciana del Lago di Garda, sito city-sightseeing.it.
Il trucco è semplice: con un unico biglietto, che può essere pure acquistato a bordo, tagliando valido 24 ore, si può optare per l'intera visita guidata con commentario in 8 lingue, utile nel caso abbiate ospiti e non vogliate fare da Cicerone. Oppure si può spezzare il tour e scegliere il giro della città «Sali-scendi». Hop on - Hop Off lo chiamano in gergo, ma il concetto è che, se salite a bordo al Castello Sforzesco e, giunti a Sant'Ambrogio, volete scendere per visitare la basilica, non dovete far altro che godervi il vostro tempo e attendere il bus successivo per proseguire il giro.
A Milano la frequenza è di 75 minuti, giusto il tempo di una visita con foto e di un caffè. Sempre a Milano le rotte sono due, in senso orario e antiorario, la linea rossa accarezza i principali monumenti, quella blu, per naturalisti o viaggiatori, passa intorno a parco Sempione, le stazioni ferroviarie e il museo di storia naturale, prima di ricongiungersi al percorso rosso. A Bergamo la linea è unica, ha una frequenza di 60 minuti e conduce dalla stazione prima nella città bassa, attraverso il teatro Donizetti e l'Accademia Carrara, poi su per le mura verso Bergamo Alta.
Il tour del lago invece comincia a Desenzano, si addentra sulla penisola fino a Sirmione, poi ritorna a Peschiera del Garda. Di qui si costeggiano i parchi di Gardaland e Caneva, fino a Lazise e poi a ritroso. Anche in questo caso la frequenza è oraria e l'ultima partenza è alle 17, in tempo per un aperitivo vista lago.