Bus notturni nel week-end per tutto il 2008

Dopo alcuni mesi di sperimentazione, il Comune estende a tutto il 2008 il servizio di bus notturni per chi ama fare le ore piccole durante il fine settimana. E arriva anche la proposta del consigliere Pierfrancesco Maran (Pd) che chiede di prolungare per tutta la notte il servizio di autobus sostitutivi delle tre linee della metropolitana, «per una estate con mezzi pubblici 24 ore su 24». Per Maran «il successo del bus by night deve essere un ulteriore stimolo a investire sul trasporto pubblico, pensando anche ai tanti giovani che non hanno a disposizione un’auto per muoversi dopo che le metropolitane terminano il servizio. Prolungare l’orario del metrò costa molto, ci hanno detto un milione di euro per un’ora. Si potrebbe invece più semplicemente cominciare col prolungare il servizio notturno delle linee sostitutive». Possibilista l’assessore Edoardo Croci. «Accolgo volentieri l’invito - la risposta -. Possiamo discutere insieme sull’estensione dell’orario, se risulterà realizzabile dal punto di vista della fattibilità economica, lo faremo». Per ora ci sono i 200mila euro grazie ai quali tutti i venerdì e sabato notte dalle 2 alle 5,10 ci saranno corse su autobus di linea al costo di un normale viaggio diurno (un euro per il biglietto oppure gratis per chi è abbonato), con la particolarità che ogni viaggiatore potrà farsi lasciare fin sotto casa. I capolinea del bus by night sono stati scelti per coprire i luoghi dove maggiormente si concentra la movida notturna: il venerdì sera saranno sei (Valtellina, Cadorna-Sempione, Garibaldi, Umbria-XXII Marzo, Umbria-Tito Livio e XXIV Maggio) e saliranno a otto il sabato (con l’aggiunta di Castelbarco e Ripamonti). «Ora serve uno sforzo in più sulla comunicazione - spiega il capogruppo di An Carlo Fidanza - per poter raggiungere il maggior numero possibile di giovani». L’iniziativa grazie a un emendamento bipartisan al Bilancio presentato anche da Alan Rizzi, Gianfranco Baldassarre e Lorenzo Malagola di Forza Italia.\