Bus per pendolari, la Regione costretta a tagliare

Aumenti in vista per le tariffe del trasporto pubblico locale e tagli alle corse - solo su gomma - dei pendolari. Brutte notizie per il fronte del trasporto pubblico locale, costretto a sacrifici dalla manovra economica, che non lascia scampo nemmeno alle regioni più virtuose. L’assessore ai Trasporti della Regione Raffaele Cattaneo, però, ha portato a casa un grande risultato: dei 300 milioni di euro previsti dai tagli si dovrebbe arrivare a un 247 - questa la manovra che andrà in giunta la settimana prossima - anche se l’assessore conta di riuscire a lavorare di cesello per arrivare a quota 200. Per potere recuperare entrate minori per questo importo, quindi, la Regione ha dovuto mettere mano a tariffe e corse, con delle accortezze: le tariffe verranno aumentate del 25%, con particolare attenzione però agli abbonamenti che aumenteranno del 20% contro il +30% dei prezzi delle corse semplici. In questo modo si conta di recuperare 100 milioni, gli altri 100, invece, verranno recuperati con i tagli alle corse, solo su gomma. Intanto la Regione ha chiesto alle aziende di diminuire i costi del 3% garantendo però i servizi. Saranno ridotti del 7%, per ovvie ragioni ambientali, i collegamenti pendolari su gomma. Si sentiranno ripercussioni anche sul trasporto milanese dal momento che il Pirellone dovrà cancellare i contributi per il trasporto a Comuni e province.