Bus Sospiro di sollievo per i lavoratori Saranno garantiti i livelli retributivi

Schiarita in vista per gli operatori del servizio trasporto a chiamata per disabili (+Bus), preoccupati per il loro posto di lavoro dopo i tagli annunciati dalla Provincia. È stato firmato infatti l’accordo tra PalazzoValentini e i rappresentanti della Filt Cgil e Ugl Trasporti. «È stata una trattativa lunga e complessa - spiegano gli assessori provinciali alla Mobilità e Trasporti, Amalia Colaceci, e alle Politiche del Lavoro, Massimiliano Smeriglio - ma abbiamo sempre trovato nei rappresentanti sindacali una controparte preoccupata e attenta alla tutela dei lavoratori e nello stesso tempo collaborativa e aperta al dialogo e al confronto. Queste condizioni hanno portato alla firma di un’intesa che ci permette di dare risposte concrete a questi lavoratori». In particolare, nel periodo di affidamento diretto e sino all’aggiudicazione del nuovo appalto, la Provincia garantirà ai lavoratori che non verranno reimpiegati un sostegno economico al reddito in modo da integrare e parificare gli stipendi con quelli attualmente percepiti. Questo sarà possibile grazie alla partecipazione a un percorso formativo che permetterà loro di utilizzare tale periodo in modo utile, attuando una riqualificazione professionale. «Valutiamo positivamente - dichiara il capogruppo del Pdl a Palazzo Valentini Andrea Simonelli - l’accordo sottoscritto tra la Provincia di Roma, la Cgil e l’Ugl». Simonelli non tralascia di ricordare di aver messo per primo sotto i riflettori, tramite Il Giornale, il nuovo bando per il trasporto dei disabili, temendo che i notevoli tagli effettuati potessero compromettere sia la qualità del servizio che i posti di lavoro degli addetti. «Non possiamo che ribadire la nostra preoccupazione sulla base dei drastici tagli in sede di bilancio effettuati da parte della Giunta Zingaretti».