Bus, tram e metrò: domani è sciopero

Agitazione per il rinnovo del contratto: aderiscono anche le Nord, addetti ai parcheggi e ausiliari della sosta

Un altro venerdì di passione domani per lo sciopero nazionale di ventiquattr’ore dei trasporti pubblici proclamato dalle organizzazioni sindacali. Ad aderire le sigle Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil, Ugl, Faisa Cisal, Orsa e Coordinamento nazionale sindacati di base, di cui è parte integrante Al Cobas. Prevedibili, dunque, i disagi sia in città che per i pendolari che utilizzano le Ferrovie Nord, anche se saranno garantite le fasce di garanzia. Circolazione regolare, dunque, dall’inizio del servizio fino alle 8.45 e dalle 15 alle 18. Metrò e tram miraggio, quindi, dalle 18 a fine servizio. A rischio, oltre ai mezzi ordinari, anche il collegamento tra l’ospedale San Raffaele e la stazione M2 di Cascina Gobba. Braccia incrociate anche per gli addetti ai parcheggi e ai Radiobus. Probabilmente in sciopero (e questa è forse l’unica buona notizia) gli ausiliari della sosta. «Data la discrezionalità di ogni singolo dipendente di aderire allo sciopero - si legge in una nota ufficiale diffusa dall’Atm -, non è prevedibile sull’intera rete Atm l’entità della riduzione del servizio. Per ulteriori informazioni a disposizione degli utenti ci sono il numero verde 800.80.81.81, operativo tutti i giorni dalle 7,30 alle 19,30 e il sito Internet www.atm-mi.it. Anche i treni delle Ferrovie Nord saranno regolari nelle fasce di punta del mattino e della sera. La società informa che circoleranno regolarmente dalle 6 alle ore 9 e dalle 16.30 alle 19.30. «Ritardi - annunciano però -, potranno comunque verificarsi alla ripresa del servizio. Per quanto riguarda il solo Malpensa Express, saranno istituite corse sostitutive senza fermate intermedie durante l’orario dello sciopero con partenze agli stessi orari del treno. Il capolinea degli autobus sarà in via Paleocapa 1, a fianco della stazione Cadorna. Gli autobus di FnmAutoservizi, che opera servizi di trasporto extraurbano nelle province di Milano, Como, Varese e Brescia, saranno invece garantiti dalle 6 alle 9 e dalle 12.30 alle 15.30. Per maggiori informazioni, sono a disposizione il Customer Care di Milano Cadorna, aperto tutti i giorni dalle 7 alle 20 (i festivi dalle 8 alle 20), il call center 199.151.152, operativo tutti i giorni 24 ore su 24 e il sito internet fnmgroup.it/orario.
In agitazione anche gli edicolanti delle stazioni Atm per il rinnovo del contratto economico «scaduto da otto anni». In arrivo cinque giornate di chiusura. Atm replica che «non esistono contratti sottoscritti da Atm con la categoria» e «invita gli edicolanti a rispettare i contenuti del contratto sottoscritto al momento della stipula, precisando che non è prevista nessuna scadenza se non quella commerciale, né tantomeno clausole di aggiornamento».