Bus, tram e metrò oggi fermi per 4 ore

Ed è ancora sciopero. I dipendenti di Atm aderenti a Cgil, Cisl e Uil incrociano nuovamente le braccia oggi per 4 ore, dalle 18 alle 22.
«La provincia ha assegnato, a seguito di bando di gara, a un altro gestore due lotti a oggi serviti dalle linee Atm, assegnazione che prevede il passaggio del personale Atm a nuovo gestore. I dipendenti che passeranno nella nuova azienda - spiega Atm - manterranno il posto di lavoro e il trattamento economico. I rappresentanti sindacali ora chiedono ad Atm di mantenere al proprio interno il personale». Con i conducenti di tram, filobus, autobus, si fermeranno anche i conducenti delle tre linee delle metropolitane, gli agenti di stazione, gli addetti ai parcheggi, del servizio radiobus e del servizio di collegamento tra l’ospedale San Raffaele e la fermata Cascina Gobba (MM2). Si asterranno dal lavoro anche gli ausiliari della sosta dalle 8.45 alle 12.45.
Ieri invece hanno incrociato le braccia i vigili del fuoco dalle 10 alle 14 per la protesta convocata da tutte le sigle sindacali del comando provinciale di Milano. «Lo sciopero è stato un successo, con una media di adesioni tra tutte le sedi che dovrebbe essere tra l’80 e il 90%» ha affermato Massimo Berto coordinatore provinciale Rdb. «Chiediamo il rinnovo del contratto scaduto da 15 mesi, con il pagamento degli arretrati e una rivalutazione dello stipendio, che oggi si aggira mediamente intorno ai 1.200 euro» spiega Berto, ricordando poi la richiesta di aumento immediato di 500 unità, come tra l’altro avanzato anche dal comandante provinciale e dal Comune. Il prossimo 17 maggio i vigili del fuoco decideranno in merito a una manifestazione itinerante per Milano che si dovrebbe tenere probabilmente il 31 maggio.