Bus, treni e battelli, come arrivare in tempo

Obiettivo: arrivare in tempo. Oggi l’appuntamento con la Messa in piazza della Vittoria (ore 16.30) costringerà i fedeli a pianificare il percorso per raggiungere il centro. Traffico bloccato da piazza Fontane Marose, piazza De Ferrari, galleria Colombo, piazza della Vittoria, piazza Verdi via Serra e Corvetto. Un maxi isolone pedonale raggiungibile solo grazie ai mezzi pubblici e alle navette che collegheranno il centro con i posteggi di interscambio individuati in Genova Aeroporto (per chi viene da ponente e potrà proseguire anche con Nave bus), oppure in Corte Lambruschini (max 560 posti) per chi giunge dall’entroterra della Valbisagno o dalle autostrade A7 e A12, in corso Italia che verrà chiuso al traffico e trasformato in enorme parcheggio con 450 posti. Arrivando da ponente si potrà anche usare gli spazi di San Benigno (1000 posti) e nei posteggi coperti di Piccapietra e City Park (in tutto 570 posti). Con la metropolitana si potrà arrivare fino alla fermata di San Giorgio fino alle ore 13. Dalle 19 in poi, per il ritorno il servizio riprenderà con più corse del normale, da piazza De Ferrari. Da piazza Verdi sarà invece operativo a partire dalle 14.30 un servizio di bus navetta Policcino per i disabili, mentre analogo servizio, per tutti, sarà attivo a partire dalle 13 dai parcheggi di San Benigno.
Per chi arriva da fuori città, le ferrovie hanno aumentato il numero dei treni disponibili. Venti convogli in più oltre ai 78 già previsti, per un totale di 50mila posti, di cui 40mila a sedere. Sedici treni navetta saranno aggiunti sulle linee verso Genova da Sestri Levante e Savona, due da Acqui Terme e due da Arquata. Potenziato anche il servizio di Protezione civile nelle principali stazioni. Uno «sforzo» organizzativo finanziato dalla Curia.