Bush chiama Musharraf: «Un atto codardo»

Lo shock e la preoccupazione per il caos possibile in un Paese nucleare hanno accompagnato la «forte condanna» della Casa Bianca alla notizia dell’assassinio di Benazir Bhutto, la donna su cui gli Stati Uniti avevano puntato per il futuro di un Pakistan democratico e davvero in prima linea nella lotta al terrorismo. «I responsabili di questo atto codardo devono essere portati davanti alla giustizia», ha detto il presidente Bush nel ranch di Crawford. Un Bush scuro in volto ha esortato Musharraf e i pakistani a «continuare sulla strada della democrazia per cui la Bhutto ha dato così coraggiosamente la vita». La frustrazione degli Usa verso Musharraf, dopo il braccio di ferro sul ritorno allo stato di emergenza imposto il 3 novembre per sei settimane dal generale, avevano fatto della Bhutto una soluzione attraente per il futuro del Paese.