Bush depone una corona di alloro a Ground Zero e pranza con i pompieri

New York. Il presidente statunitense George W. Bush, in compagnia della moglie Laura, ha iniziato le commemorazioni del quinto anniversario degli attacchi kamikaze dell’11 Settembre 2001 a New York ieri pomeriggio, deponendo una corona d’alloro a Ground Zero, dove una volta sorgeva il World Trade Center. Dopo avere pronunciato molti discorsi nei giorni precedenti, il presidente ha deciso di non parlare sul luogo dell’attentato, preferendo il contatto umano con gli abitanti della città. Ad accompagnarlo c’era anche il sindaco di New York, Michael Bloomberg, che ha seguito la coppia presidenziale sia a Ground Zero al rito religioso nella vicina Cappella di San Paolo. Oggi, Bush farà colazione in una caserma dei vigili del fuoco vicina a Ground Zero, che furono autori di atti eroici il giorno dell’attentato. Successivamente volerà in Pennsylvania, dove si schiantò il volo UA93 su cui i passeggeri si ribellarono ai dirottatori, e al Pentagono. Qui deporrà una corona di fiori. Nei discorsi fatti nei giorni scorsi, Bush ha molto insistito sulla ragioni per cui l’America deve portare avanti la guerra al terrorismo. Le celebrazioni dell’anniversario degli attacchi sono, invece, considerate dalla Casa Bianca un momento per ricordare le vittime ed essere vicini ai loro familiari. Questa sera Bush farà un discorso alla Nazione dallo Studio Ovale all’ora di massimo ascolto delle tv americane, le 21.00, cioè le 03.00 del mattino in Italia: un discorso che il suo staff annuncia come «una riflessione» sull’11 Settembre.