Bush nomina la sua consulente legale nuovo giudice della Corte suprema

Mariuccia Chiantaretto

da Washington

George Bush ha scelto la propria consigliera legale, la texana Harriet Ellan Miers, 60 anni, per sostituire la giudice della Corte suprema Sandra O'Connor, che si era dimessa in luglio. La Miers, nubile, era un noto avvocato in Texas prima di seguire Bush alla Casa Bianca: «Ha dedicato la vita alla giustizia», ha affermato il presidente nel dare l’annuncio della nomina. Vestita con un tailleur blu elettrico, la neo-giudice ha ringraziato Bush della fiducia e ha aggiunto: «Ho sempre avuto un grande rispetto per il genio dei padri fondatori che ha ispirato la nostra costituzione. Mi rendo conto che se sarò confermata avrò la tremenda responsabilità di mantenere il sistema giudiziario forte e garantire che la Corte rispetti la legge e la Costituzione».
La ratifica del Senato è certa: il partito repubblicano di Bush ha la maggioranza assoluta. Il fatto che la Miers non abbia mai occupato incarichi nella magistratura potrebbe essere un vantaggio. Gli integralisti religiosi, che sono una parte importante dell'elettorato repubblicano, spingevano infatti affinché il presidente nominasse un giudice favorevole alla pena di morte e contrario all'aborto. E la base del partito democratico, che era pronta a scendere in piazza contro la nomina di un magistrato con tali credenziali, si trova ora spiazzata. È difficile prevedere quale posizione prenderà un membro della Corte suprema, il quale fino a oggi non ha mai giudicato una causa.
Sandra O'Connor era di orientamento conservatore, ma difendeva il diritto delle donne all'aborto. Il suo voto era decisivo: dei nove giudici della Corte suprema cinque erano favorevoli all'aborto e quattro contrari. Adesso, con il nuovo presidente della Corte suprema John Roberts e con Harriet Miers al posto di Sandra O'Connor, l'equilibrio potrebbe cambiare. È tuttavia difficile fare previsioni immediate.
Harriet Miers è nata a Dallas e ha esercitato la professione forense dal 1972 al 2000. È stata la prima donna assunta dal prestigioso studio legale Locke Purnell Boren Laney & Neely e la prima presidente dell'ordine degli avvocati texani. L'amicizia con Bush risale al tempo in cui egli era governatore e Harriet Miers, come avvocato, fu chiamata ad assisterlo in uno scandalo che lo coinvolse indirettamente e che riguardava la lotteria texana. Nel 2001 seguì Bush a Washington per lavorare nell'ufficio legale della Casa Bianca; assunse la direzione dell’ufficio dopo la nomina del suo direttore, Alberto Gonzales, a ministro della Giustizia. Bush ha definito la sua amica Harriet «un mastino che porta il 36 di scarpe».