Bush, scatta stasera il piano-sicurezza

Off-limits l’area di Villa Taverna, mobilitati in10mila

Scatterà stasera il piano di sicurezza predisposto dalla questura di Roma in occasione della visita del presidente degli Stati Uniti George W. Bush, che arriverà a Roma domani. Le prime misure riguarderanno la zona attorno a Villa Taverna ai Parioli, residenza dell’ambasciatore statunitense in Italia, dove alloggerà Bush. Da stasera saranno rimosse le auto in sosta nel perimetro della villa e verranno tolti i cassonetti, sigillati tombini, bonificate le strade e il sottosuolo e controllati i palazzi circostanti.
Il presidente Usa arriverà domani pomeriggio a Ciampino e avrà - in base a un programma che è comunque ancora in via di definizione - i principali impegni istituzionali giovedì, quando incontrerà il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il premier Silvio Berlusconi, e venerdì, quando incontrerà il papa in Vaticano. Venerdì pomeriggio la partenza da Ciampino. Nei tre giorni di permanenza di Bush scatteranno chiusure «a soffietto» delle strade attraversate dal corteo presidenziale, mentre l’area di Villa Taverna resterà sempre «off-limits».
Per garantire la sicurezza di Bush saranno impiegati oltre 10mila uomini secondo un piano che è stato perfezionato ieri nel corso di un comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza. In particolare la limousine sulla quale viaggerà Bush sarà scortata sempre da vicino dai tiratori scelti dei Nocs della Polizia a bordo di un minivan. Le forze dell’ordine potranno contare anche sulle immagini girate dagli elicotteri di Polizia e Carabinieri che seguiranno dal cielo gli spostamenti del presidente, immagini che saranno costantemente proiettate nelle sale operative della questura e dei Carabinieri. Tra le misure previste anche il divieto di sorvolo da parte dei voli commerciali da domani pomeriggio a venerdì. A preoccupare anche la manifestazione anti-Bush che partirà domani da piazza della Repubblica per concludersi in piazza Barberini.