La business school con una rete di cinque campus

Francesca Lojola

Internazionale e multiculturale, per un’alta formazione dal taglio cosmopolita. È il corso triennale di Master’s in Management (MiM) della business school Escp-Eap, nata come prima Grande Ecole francese nel 1819 e oggi forte di una rete di cinque campus, a Parigi, Londra, Berlino, Madrid e, dal 2004, anche a Torino. Aperto a studenti iscritti al secondo anno di qualsiasi facoltà universitaria europea e ai laureati di primo livello in Ingegneria, il master si svolge in tre Paesi (a scelta tra i cinque del network) e in altrettante lingue diverse; al termine del percorso formativo gli studenti possono ottenere fino a tre dei diplomi europei Grande Ecole, European Msc in Management, Diplom-Kaufmann/Frau e laurea magistrale in Economia o Ingegneria gestionale. «Per ogni anno di corso - aggiungono alla business school - il master prevede uno stage di almeno un trimestre in azienda». C’è poi (dura un anno), l’altro master pre-impiego dell’Escp-Eap: è il Meb, Master’s in European Business, rivolto a laureati di qualsiasi facoltà e citato tra i 12 riconosciuti nel mondo dall’Association of Mba. I corsi iniziano a settembre e a gennaio: nel primo caso la frequenza avviene in due dei cinque campus europei o presso le business school partner di Escp-Eap a Monterrey e Bangkok; nel secondo le lezioni, rigorosamente in inglese, si svolgono a Torino e Londra. «Nel 2005 - sottolineano al campus torinese - 109 studenti, di cui il 60% italiani, hanno frequentato i nostri Mim e Meb. Sette allievi su dieci ricevono proposte d’impiego prima di concludere gli studi e il 98% viene assunto entro quattro mesi dal termine del master». Di questi, più della metà sceglie di lavorare fuori dal Paese d’origine. «Gli ex-allievi del MiM sono fra i titolari di master con gli stipendi più alti. La ripartizione dei settori d’impiego vede il primato del finance (34%), seguito da consulenza (16%) e marketing (13%)». A MiM e Meb sta per aggiungersi il nuovo Master in Information & Communication Technology, che la business school dedica a laureati magistrali in discipline tecnico scientifiche ed economiche.