Bussotti mette in musica la sua lunga «carriera»

Silvano/Sylvano denuncia sin dal titolo la sua vocazione autobiografica. È infatti un bilancio di 75 anni di vita d’artista la pièce di Silvano Bussotti in scena il 4 luglio alle ore 21 nella Sala Petrassi dell’Auditorium. L’evento è parte della rassegna di musica da camera «L’Auditorium all’opera», organizzata da Fondazione Musica per Roma e Accademia Santa Cecilia. In Silvano/Sylvano, Bussotti, uno dei compositori «più originali del Novecento italiano, distilla, evoca, ricompone frammenti della sua storia personale. Un autobiografismo che da sempre caratterizza la sua poetica, dove confluiscono diverse esperienze e diversi generi. Affidata alla bacchetta di Flavio Emilio Scogna, l’opera si avvale della regia di Francesco Micheli, della voce del soprano Monica Benvenuti, delle luci di Guido Levi e Alessandro Carletti. In scena attori, danzatori, musicisti, in omaggio alla molteplicità degli spunti ai quali ci ha abituato la poetica di Bussotti.