Busta paga più pesante e sciopero "intelligente"

Dai sindacati al salario, sino alle pause sul lavoro: ecco i punti principali del nuovo rapporto di lavoro tra la Fiat e la newco di Pomigliano d’Arco

Ecco i punti principali del nuovo rapporto di lavoro tra la Fiat e la newco di Pomigliano d’Arco.

Sindacati
Lo sciopero è un diritto costituzionale e l’accordo è preciso: le sigle firmatarie s’impegnano a non dichiarare sciopero nello straordinario obbligatorio. In caso contrario (perché possono comunque dichiarare sciopero) i sindacati, e solo i sindacati, sono multati sui versamenti delle quote tessere e sui permessi sindacali.

Salario
La busta paga aumenterà per effetto delle maggiorazioni di turno che in Fiat (e nelle nuove società) sono più alte che nel contratto nazionale. Gli scatti d’anzianità maturati e le voci obsolete (circa 10 euro al mese) andranno nel superminimo individuale non assorbibile con effetto sulle voci indirette. La paga base sarà aumentata con il completamento del nuovo contratto collettivo e sarà introdotta la nuova categoria «terza Erp».

Pause
Dalle 3 pause di complessivi 40 minuti si passa a 3 pause di 10 minuti ciascuna, più l’intervallo mensa (invariato) di 30 minuti in mezzo al turno. Ci sarà una compensazione monetaria pari a circa 32,50 euro al mese.