Buste con proiettili a Di Pietro e un pm

Due buste indirizzate ad Antonio Di Pietro e al pm della procura Elio Ramondini con un proiettile di pistola ciascuna, ritagli di giornale e scritti giudicati «farneticanti» dagli investigatori, sono state trovate l’altra sera all’interno della chiesa San Giuseppe di Sesto San Giovanni. A scoprirle è stata la segretaria del parroco. Le lettere erano state appoggiate sul tavolo all’ingresso della chiesa. La donna le ha raccolte e ha sentito subito che dentro c’era qualcosa di strano, così ha avvertito la polizia che, giunta sul posto, ha recuperato due proiettili calibro 38. Proiettili, buste, ritagli di giornale e fogli scritti sono stati affidati agli esperti della «scientifica» per l’analisi del materiale e la ricerca di eventuali indizi che possano consentire di identificare l’autore, oppure gli autori, del gesto sconsiderato.