Busto Arsizio premiata per la birra

Gabriele Zanatta

Un italiano beve in media 29 litri di birra l'anno. Di questi, meno dell'1% è di birra artigianale. Perché parlarne, allora? Primo perché, negli ultimi 12 anni, i birrifici italiani sono passati da zero a 170, spia se non di una moda, almeno di uno sviluppo ormai ben oltre l'embrione (e la cifra non tiene conto degli homebrewer, quelli che se la fanno in casa). Secondo perché la qualità delle bevande spillate da queste micro-realtà appassionate costringe i colossi industriali a migliorare e moltiplicare l'offerta. Terzo perché sempre più ristoranti di valore scelgono di affiancare al tomo-carta dei vini, un libello-menu delle birre. Che spesso sono artigianali. Come orientarsi nella pletora montante delle birre e dei birrifici? Fieramilanocity ha appena ospitato il primo Campionato italiano delle birre artigianali, organizzato dall'Associazione degustatori birra, www.degustatoribirra.it, fresco faro della categoria che affianca la più radicata Unionbirrai, www.unionbirrai.com. Cinque giudici, tra cui il sommelier d'Italia 2005 Lusito Perazzo, hanno passato al setaccio 200 birre di un centinaio di birrifici. Dal calderone luppolato è uscita vincitrice assoluta la scura Nubia di Orso Verde, birrificio di Busto Arsizio gestito dal tenace Cesare Gualdoni. Dei 9 premi di categoria, il Birrificio 32 di Onigo di Paderobba (Treviso) ne ha portati a casa 3: la sua Oppale è la miglior abbazia e belgian strong ale; la Curmi numero uno tra le blanche e weizen e la Nadba (seconda assoluta) svetta tra le birre di natale. Braccia alzate anche per la ArtigianAle del Birrificio BiDu di Rodero (Como), numero uno alla voce plurima ale, apa, bitter, ipa e strong ale (e terza assoluta); per la Dunbock del Birrificio Villa Pola di Barcon di Vadelago (Treviso), miglior bock e doppel bock; per la Tipopils dello storico Birrificio Italiano di Lurago Marinone (Como), miglior lager e pils; per la Wayan del Birrificio Baladin di Piozzo (Cuneo), miglior birra di stagione e per la Matilda del Vecchio Birraio di Campo San Martino (Padova), miglior birra speciale. Alla Nubia dell'Orso Verde, oltre al primato assoluto, è andato anche l'oro della categoria porter e stout. Patiti e curiosi si appuntino due date: 17-19 novembre, quando Unionbirrai proclamerà a Milano la Birra dell'anno e 23-26 marzo 2007, quando la fiera meneghina ospiterà il 2° Salone della birra artigianale e di qualità.