Buttò la medaglia per protesta Il Cio gliela revoca

A proposito di sconfitte inaccettate, ieri il Cio ha emesso la sentenza sull’indagine aperta immediatamente dopo la protesta di Ara Abrahamian: la commissione disciplinare ha deciso di ritirargli la medaglia di bronzo vinta nella prova di lotta greco-romana maschile categoria 84 chili. Il caso dello svedese rimarrà uno dei più celebri di questa Olimpiade: giovedì scorso, subito dopo la semifinale persa contro Andrea Minguzzi (che poi vincerà l’oro), contestò l’arbitraggio sostenendo che fosse stato danneggiato proprio a favore dell’italiano. Ma, non pago, continuò la protesta anche durante la cerimonia di premiazione: ricevuta la medaglia, abbandonò il podio prima che fossero premiato anche gli altri due atleti (e a tal proposito Minguzzi aveva detto: «Così facendo mi ha rovinato la vittoria»). Poi, allontanatosi dalla zona del podio, gettò la sua medaglia, lasciandola per terra.