«Buttiamo giù dal letto i giovani»

Ho letto le considerazioni dell’articolo di Praticò de il Giornale del 12 aprile e mi sorprendo che lo scrivente sia sorpreso della mancanza di rappresentanti di lista di An; nella vita chi vuole vada e chi non vuole... mandi. Oltre a questo poiché da troppe tornate elettorali molti seggi sono sempre «scoperti» nella nostra circoscrizione occorre domandarsi come mai gli «altri» si alzano alle 6 del mattino per essere ai seggi alle 7, consegnare i papiri al presidente di seggio e poi essere presenti fino al momento dello spoglio mentre ...al di qua del fronte... assenza & assenza! Io sono venuto da Milano al sabato pomeriggio,ho ritirato i documenti nella sede di Fi e sono stato al seggio e posso assicurare che anche il «loro» rappresentante di lista è rimasto sorpreso vedere ad un seggio tradizionalmento «scoperto»... una presenza che è sempre utile al momento dello spoglio! Visto che An ha una certa presenza sul territorio avrebbe potuto coprire più seggi con propri giovani rappresentanti di lista; inoltre la Lega Nord con tanti cacciatori pronti a protestare contro l'assessore Morelli... potevano mandare qualcuno con la giacca da cacciatore ai seggi; l'Udc che già ai tempi del collegio 10 ha lasciato da solo il candidato Suriani (quanti rappresentanti di lista ha messo in campo nel novembre 2004? Io ero presente in via Trento!) non trova neanche qualche ex boy scout da fargli fare un po' di volontariato elettorale? Diciamo chiaro che tutte le associazioni cattoliche o se si preferisce laico-cattoliche fanno riferimento alla Margherita come pure molta stampa cattolica a partire da Famiglia Cristiana & C. e l'Udc....sta a guardare come le stelle di Cronin! Conclusioni. È inutile dire dopo che cosa si sarebbe dovuto fare! Occorreva impiegare più olio di gomito, tirar giù dal letto i giovani (pigri) che si sentono già dei «politici finiti».
Vale la pena aprire un capitolo sul voto degli italiani all'estero:ero a fine marzo a Solda per l'ultima sciata ed in albergo c'erano due italiani (dell'Alto Adige,di cognome tedesco,che lavorano a Dusseldorf) che per telefono hanno detto al figlio piu' grande di votare in un certo modo..anche per loro e spedire il tutto entro il 6 aprile al consolato italiano!Ma è tutto da ridere questo voto dove...se una persona è' assente da casa..un familiare può votare per lui! Possibile che nessuno abbia verificato le procedure attuative della proposta di legge di M.Tremaglia? Va bene essere idealisti ma qui ....è stata una cosa da fessi come il boy scout che vuol fare la buona azione,prende sotto braccio un'anziana signora intenta ad attraversare la strada...e riceve un urlo...quasi fosse un ladro!