Buy & Drive Show, in vetrina l’auto usata e da collezione

La manifestazione è in programma il prossimo 2 giugno a Rho-Pero

Occasioni top, affari doc: recita così lo slogan del Buy & Drive Show, mostra mercato del veicolo d’occasione che il 2 giugno farà il suo esordio nel quartiere di Fiera Milano a Rho-Pero. Un motto che rimarca il senso del primo evento dedicato all’usato garantito (vetture e motociclette), ai servizi all’automobilista e ai veicoli da collezione. Nove giorni di calendario per una manifestazione, diretta tanto ai professionisti del settore quanto al pubblico indistinto, che si annuncia la più vasta del genere in Europa, con oltre 90mila metri di superficie prevista. Organizzato dalla società Rassegne in collaborazione con i consulenti di Thoth Project, Buy & Drive Show intende tener fede al proprio marchio (a componenti invertite) offrendo l’opportunità di provare i veicoli d’occasione in vetrina e di acquistare direttamente nei padiglioni il modello che interessa. Una pista sarà approntata nel quartiere per condurre i test drive che rappresentano senza dubbio la più probante tra le diverse possibilità di valutazione e confronto per l’acquisto di una vettura.
«In Fiera - spiegano gli organizzatori - sarà possibile anche disporre dell’intero ventaglio dei servizi connessi all’uso dei veicoli, dalla polizza assicurativa alla gestione della manutenzione programmata. Per il modo in cui è concepita la manifestazione, sulla base di esperienze condotte in Europa e Oltreoceano, essa promette vantaggi pratici ed economici ai potenziali acquirenti». Non solo assicurando la selezione preventiva di quanto verrà esposto, ma anche proponendo un’ampia scelta. «Si arriverà ad alcune migliaia di veicoli in rassegna, tutti garantiti, con un potenziale di rotazione degli stock esposti fino a nove volte nell’arco dei giorni di apertura». È dunque l’occasione per gli operatori del comparto, con le case automobilistiche e motociclistiche, i concessionari, i commercianti e le società di noleggio e leasing in prima fila, di presentare e condividere con il pubblico i programmi per l’usato e di avviare e concludere le trattative in loco: il compratore potrà prendere e portarsi a casa immediatamente il veicolo acquistato. L’interesse per gli automezzi d’occasione è forte non solo per i prezzi delle vetture di segmento medio che diventano accessibili a un’ampia fetta di aspiranti proprietari, ma anche per una disponibilità di usati che, complici le politiche di gestione dei grandi costruttori legate a rinnovati programmi di controllo, certificazione e garanzia, presentano in generale un più elevato livello di qualità; tale da offrire auto d’occasione spesso paragonabili al nuovo per condizioni generali e sicurezza. In Italia il mercato dell’usato può essere stimato intorno a 31,5 miliardi annui: la cifra conteggia 4,5 milioni di passaggi di proprietà con un valore medio di circa 7mila euro. A guidare la classifica delle marche più amate dai compratori di veicoli d’occasione è la Fiat: oltre una vettura su quattro porta lo stemma della casa di Torino, seguita a distanza da Ford, Volkswagen e Renault. Scorrendo i dati del primo quadrimestre 2006 emerge una crescita qualitativa degli usati: così, al top della graduatoria che tiene conto dei maggiori incrementi del venduto nel periodo, si colloca Mazda, davanti a Mini, Kia e Smart. Se si considera che tra il 2003 e il 2006 sono stati commercializzati ogni anno circa 7 milioni di auto, e una vettura nuova ogni tre vendute, è immediato derivare la disponibilità di un enorme parco potenziale di veicoli d’occasione assai recenti tra cui scegliere. «Il fenomeno - concludono gli organizzatori - ha pertanto non solo valenze commerciali e di accesso per le fasce di clienti che possono così permettersi modelli più grandi o comunque più adatti alle proprie esigenze, ma riveste anche un ruolo di utilità sociale: la proposta di un usato garantito può infatti affiancare i programmi di radiazione di veicoli inquinanti o non più sicuri».