Buzzi I baby pazienti studiano via web

Faranno i compiti, seguiranno le lezioni a scuola via webcam e giocheranno. I bambini ricoverati in ospedale per lunghe degenze saranno i destinatari del nuovo progetto del Comune. Pur costretti a letto, troveranno il modo di divertirsi e rimanere in pari con il programma scolastico. «Il progetto di gioco scuola - ha spiegato il sindaco Moratti all’inaugurazione degli spazi informatici dedicati ad attività didattico-ricreative, nei reparti di Chirurgia pediatrica, pediatria e ortopedia del Buzzi - mira ad aiutare i più piccoli a vivere più serenamente una lunga degenza in ospedale». L’occasione per dare il via al nuovo progetto è stata la XXI giornata internazionale per i diritti dell’infanzia. Il progetto è già stato sperimentato alla clinica De Marchi, all’ospedale San Raffaele, al Sacco, all’Istituto dei Tumori ed entro l’anno partirà anche al San Paolo. Computer dotati di webcam permetteranno ai bambini di dialogare con i propri insegnanti e compagni.