C’è anche la star di «Lost» per il RomaFictionFest

Si apre oggi il primo festival dedicato alla fiction televisiva, quel genere di intrattenimento che sta mietendo non solo ampi consensi di pubblico, ma che è riuscito ad attirare negli ultimi lustri anche i più intelligenti e creativi autori e registi, tanto da meritare una vetrina internazionale dove discutere ed analizzare il «fenomeno».
Il «RomaFictionFest» sfrutterà la prestigiosa platea dell’auditorium Conciliazione e gli schermi del cinema Adriano. Da oggi a sabato si apre dunque una ampia finestra sul mondo della fiction nostrana e internazionale con 140 titoli, scremati dal comitato esperti della direzione artistica composto da Marco Spagnoli (vicedirettore), Gaetano Stucchi e Italo Spinelli, da una prima selezione di 1.700 ore. Venticinque saranno le anteprime mondiali assolute. Quattro milioni e mezzo di euro il budget messo a disposizione da Regione Lazio, Camera di Commercio di Roma e prestigiosi. Tre le sezioni internazionali competitive «Tv Movies», «Miniserie» e «Seriale», ognuna delle quali passerà al vaglio di 30 giurati (volontari scelti dall’organizzazione del Festival e attraverso un bando di partecipazione lanciato da Tv Sorrisi e Canzoni). Tanti gli eventi speciali da segnare in agenda tra cui «Grey’s Anatomy - Testing 1-2-3» e «Boris» di Luca Vendruscolo, prima fiction sulla fiction realizzata per Fox Italia, più i Masters of Science Fiction tra cui segnaliamo la prima, in programma domani all’Adriano e che vedrà Steve Della Casa intervistare davanti al pubblico Terry O’Quinn, star del telefilm Lost. Tutte le proiezioni, in tutte le sale, saranno a ingresso libero, ad eccezione di quelle nella Sala 1 dell’Adriano riservate alla stampa accreditata, fino a esaurimento dei posti disponibili. Per accedere alle sale sarà necessario munirsi ai botteghini di biglietti omaggio con posto assegnato. Tutte le opere verranno proposte in lingua originale con sottotitoli in italiano e inglese.