C’è chi ha già prenotato il cenone di Capodanno

Una promozione partita in sordina, «perché la struttura non è ancora al cento per cento» ti spiega Paolo Madonia, anche se quello che vedi già riempie occhi e anima. Ti dice che Castellaro Golf opera su due segmenti: il golf-benessere e il congressuale. «Una sala da mille posti con ricettività abbinata non la trovi tutti i giorni. Solo la cucina che stiamo allestendo costa 330.000 euro».C'è odore di business, che rende se ti trovi un percorso panoramico di 9 buche (6 già aperte, le rimanenti 3 entro l'anno) allungato per 2500 metri tra Castellaro e Pompeiana. Campo pratica illuminato e coperto, venti giusti che stimolano le sfide e una curatissima Club House con servizi e sala relax vista green. Ma il progetto s'allarga: «L'intenzione è di arrivare alle 18 buche, è in corso l'acquisizione dei terreni ed entro due-tre anni dovremmo essere operativi. Gli stranieri ci chiedono d'inserirci nei loro cataloghi e abbiamo già centinaia di prenotazioni per il capodanno 2007». Qui gioca il pacchetto offerte: tre-cinque giorni, dove oltre al cenone, puoi scegliere l'escursione (Montecarlo è a due passi), o di tuffarti in una delle tre piscine (due esterne e una coperta), sfidarti a tennis, squash e calcetto («Abbiamo ospitato per quattro giorni la Triestina in occasione della Coppa Italia. Sono anche riusciti ad allenarsi») o perderti nell'area benessere. Puoi optare fra tre ristoranti: quello elegante alla carta, la Buca di Bacco della Club House e il grill, tra brasserie e pizzeria. Prezzo in alta stagione d'una matrimoniale, mezza pensione, intorno ai 120 euro, fino a scendere a 98. Le camere del residence hanno le stesse dotazioni tecniche di quelle dell'albergo, compreso sistema wi-fi. Tutti i clienti possono accedere ai servizi del resort, godendo anche di sconto sul green fee e priorità di gioco.
Madonia ha quasi la gola secca, ma continua a farti notare questo o quello e poi butta lì la storia degli Emirati Arabi. «A fine ottobre, dopo il Ramadan, saremo ospiti con i nostri chef dello Sheraton di Dubai. Hanno promosso, quasi per gioco, la settimana della cucina ligure. Poi la storia s'è fatta seria e noi andremo a proporgli le nostre variazioni sul tema ad esempio del cappon magro. Porteremo olio, vino ed erbette. Una bella vetrina credo, sia per la Liguria che per Castellaro Golf».